Ricerca globale sull'intero catalogo di tutte le scuole polo della rete handicap

Chi siamo

FUNZIONI DELLE RETI PER L’HANDICAPA seguito della circolare n. 694 del 19 dicembre 2001 nascevano le Scuole Polo cui fanno capo le Reti per l’handicap di Torino e Provincia.
L’ITSSE “Levi Arduino”, presso cui svolge le proprie funzioni la Rete per l’Handicap della città di Torino, è stato individuato dall’USR come Scuola Polo capofila.Compiti esclusivi delle Scuole Polo sono:

  • gestire la propria Rete
  • provvedere alla raccolta delle esigenze di ogni scuola (sussidi e formazione)
  • individuare le priorità
  • acquistare e gestire il prestito d’uso dei sussidi
  • monitorarne l’utilizzo e la necessaria ridistribuzione
  • coordinare e formare i referenti di rete (uno per ogni scuola della rete)
  • organizzare attività di formazione, documentazione e ricerca sia per docenti di sostegno che curriculari.

Tali attività sono finanziate:

  • dal Miur per l’acquisto dei sussidi, in base ai fondi che derivano dalla legge quadro, art.13, comma 1 punto b che prevede “la dotazione alle scuole.. di attrezzature tecniche e sussidi didattici…”.
  • dalle quote annue versate dalle singole scuole in Rete (quota di €103) per quanto riguarda la gestione amministrativa della Rete stessa e per la formazione dei docenti.

I finanziamenti ministeriali hanno consentito l’acquisto di sussidi di fondamentale importanza per poter realizzare una didattica inclusiva per gli allievi disabili.

Attualmente sono attive sul territorio 11 reti di scuole.

COME SI ADERISCE ALLE RETI PER L’HANDICAP

La scuola interessata richiede alla Scuola Polo di appartenenza territoriale di aderire alla Rete tramite fax o e-mail e sottoscrive un Accordo di Rete (si riporta come esempio l’Accordo con la Rete per l’handicap della città di Torino)